Il Femminismo Oggi Le avventure di Renza & Co

Il Femminismo Oggi Le avventure di Renza & Co

Altrimenti detto “se questi fumetti li disegnava un uomo finiva crocifisso” , ma evidentemente il titolo era troppo lungo :D

Renza Bio

Burle a parte, dopo Drizzit finalmente torno a parlare della scena del fumetto indipendente italiano (nella fattispecie quello diffuso via facebook) e della questione a me tanto cara del Budget Zero (zero che io auguro sempre a tutti i vari artisti di riempire)

Ok, veniamo subito alla cosa più importante:

il link alla pagina Masaya disegni & basta (mettere il Mi piace è obbligato, non transigo!), che oltre alle avventure di Renza fa da contenitore a vari artwork dell’autrice, a tal proposito visti i miei gusti non posso non menzionare questa carinissima Harley Quinn !

Già che ci siete non mancate di dare uno sguardo all’album Le frasi più abusate dell’utente medio (no, davvero, fatelo. Ne abbiamo tutti bisogno - chi più chi meno)

Gli uomini sono tutti uguali (?!)

La semplicità e l’immediatezza delle brevi vicissitudini di Renza hanno un pregio invidiabile:

Raccontare (o meglio sfottere) in una manciata di battute un certo tipo d’ipocrisia che da anni alberga in tantissime donne, le classiche femministe solidali di giorno e pettegole calunniatrici di notte con cui sono certo chiunque prima o poi ha avuto modo di avere a che fare

Autoironia al Femminile

Renza Episodio 4

La peculiarità del fumetto sta anzitutto in questo: saper sfottere le contraddizioni portate in scena dal (pseudo)femminismo senza scadere nei banali vicoli ciechi maschili(sti)

Renza hot!

A mio modo di vedere, è mediamente più semplice sfottere efficacemente un uomo rispetto che una donna, soprattutto quando non si sta parlando di uno stereotipo visto-e-rivisto della suddetta, anzi:

Renza non appartiene a nessuna delle classiche categorie femminili che di solito vengono “prese di mira”: non è una velina, una nerd, una suora ne una pornostar…si tratta anzi della ragazza che è tendenzialmente la prima a sfottere le sue “sorelle”, forte di una certa malcelata tendenza a guardare dall’alto in basso il prossimo (di qualsiasi sesso esso sia)

Disegni & Balloons

Da profano li trovo belli e soprattutto spaventosamente efficaci nel loro tratto più cartoonesco spartano rispetto a quello usato dall’autrice negli artwork più “impegnati”

I Balloons sono invece il fattore più problematico per via dell’inesorabile “colpo d’occhio”, tanto impietoso soprattutto sui social network:

Essendo i dialoghi spesso abbastanza prolissi nonostante la grandissima capacità di sintesi di cui sopra, si può notare un lettering acerbo che rallenta il ritmo a causa della notevole verbosità di molti dialoghi

Questo, bene inteso, non è un difetto che infastidisce nella lettura (essendo formato da episodi ad una singola pagina) quanto più un problema promozionale, vale a dire relativo alla rapida cattura del potenziale lettore, ovvero il piolo medio che come ho detto pochi giorni fa c’ha sempre fretta sto stronzo

Postilla: Maschilismo recondito ?

Renza cinema

Nessuna giustificazione per il genere maschile, sia ben chiaro:

in un modo o nell’altro credo che le stronze siano sempre proporzionali agli stronzi, e che il sesso risulti solo una delle tante scuse da derby per poter giustificare un sacco di nefandezze (come del resto sono nazionalità, ideologie, religioni e chi più ne ha più ne metta) e mi pare del resto abbastanza chiaro che con questo fumetto non si voglia fomentare nessun tipo di chissà quale propaganda - e se mi ritrovo a specificarlo in questa sede è soltanto perché ho avuto modo di leggere commenti allucinanti

Personalmente, a scanso di equivoci, credo che una Renza sia sempre meglio della relativa controparte al maschile (forse perché in media ho sempre stimato più donne che uomini, ma è una frase troppo da piacione quindi la scrivo in piccolo), semplicemente su quest’ultima lo humor ci ha ricamato sopra fin troppo

Agata

Prossimamente su questi schermi porcellosi

Dulcis in fundo, con questo post mi trovo anche davanti ad un “tramite indiretto” per alcune cosucce zozze legate a Cyrano Comics di cui tuttavia si parlerà soltanto dopo il Lucca Comics & Games 2013

stay tuned !


Andrea Xab Corinti

Scritto da

A (web) world citizen.