Lucca Comics & Games 2013

Lucca Comics & Games 2013

In breve perché ahimè la mia è stata una toccata & fuga (e nonostante questo abbastanza salata) e mi sono dedicato principalmente al lato comics ,incrociando di conseguenza pochi cosplay, generalmente mischiati nella pantagruelica folla composta da compratori nerdozzi (e me la sucasse la crisi)

Minions
I Cosplayer dei Minions di Cattivissimo Me sono stati gli eroi della giornata

Alla fine, da bravo stronzo quale sono, ho fotografato più che altro action figurers e oggettoni di dubbia natura le foto delle cosplyaer zozzone invece me le tengo per me :

Ace
Un Portuguese D. Ace in scala 1:1. puro sadismo, lasciatevelo dire :'(

Note sull’Organizzazione

Ho trovato un’ottima gestione, se consideriamo che:

  1. Lucca, nella fattispecie l’area delle mura, è abbastanza piccola

  2. C’era un abnorme quantitativo di gente, roba che ingloba i numeri di tutti i vari concertoni italiani in una sorta di esodo ebraico (ma senza Mosè a guidare);

Oltre 200.000 Persone in 4 giorni che segnano il record assoluto per la manifestazione

a questo proposito vorrei sottolineare la generale buona educazione della folla, per la mia esperienza di gran lunga superiore a quelle “da concerto” (ma anche da parco dei divertimenti, coda alle poste e via dicendo)

Cavalieri dello Zodiaco
Action Figures ultrafighe dei Cavalieri dello Zodiaco #1

Certo, probabilmente alcuni stand avrebbero dovuto investire di più nello spazio (quello della Shockdom, causa i fenomeni facebookari Drizzit e Sketch & Breakfast, sembrava l’armata persiana di Serse)

Cavalieri dello Zodiaco
Action Figures ultrafighe dei Cavalieri dello Zodiaco #2

Poi vabbè, alcuni geniacci che volevano guadagnare l’ingresso del Japan Palace (particolarmente ricolmo di negozi straripanti di gente) con dei simpatici cagnolini al seguito, o addirittura certe mamme che al limite dell’incoscienza (per non dire altro) trascinavano passeggini con infanti nel cuore della bolgia (forse erano cosplayer particolarmente abili travestiti da quest’ultimi)…casi sporadici comunque, niente allarmismi eh !

Certo due domande fossi in loro me le farei…ma andiamo oltre

Manga vs Comics

Il cinema factor e la sensazione complessiva con cui partivo hanno trovato un po’ di conferme:

i cosplay con soggetti occidentali sono aumentati in modo esponenziale, anche se i vari Naruto del mondo resistono caparbiamente

Un bene? Certo che si, visto che si premia la varietà:

Michelangelo
Da sinistra: Un Michelangelo, un signore che forse cosplayava l'altro Michelangelo, un bidone della monnezza che da il giusto effetto fogna (anche perché il Mick tartaruga è sicuramente apparso da li, visto che un secondo prima non c'era)

è molto bello vedere che assieme ai vari Rufy, Cloud, Misa Misa, Ichigo e compagnia cantante si sono affiancati gente come Jafar, i Minions, Michelangelo delle tartarughe ninja e i Blues Brothers

L’inversione di tendenza al massimo ha generato un po’ troppi Joker e troppe Daenerys, ma penso dipenda anche da inevitabili mode e momenti

Poi ehi, almeno un Dylan Dog e un Tex Willer li ho incrociati, quindi il patriottismo non è del tutto andato in belize!

La Refurtiva Personale

Tenendo conto che ho speso fin troppo nonostante abbia comunque rinunciato a qualcosina (anche perché dopo tutto il camminare stavo finendo in barella), ho portato a casa poco ma buono buonissimo:

Dodici Zerocalcare
L'ultimo librozzo del buon Zerocalcare con tanto di dedica: Dodici
Curami
Curami, by Cyrano Comics, che è una rappresentazione del mio casto spirito candido
Mater Morbi
L'edizione ultrafigosa (variant cover) della Bao di [Mater Morbi](http://xabacadabra.com/2013/dylan-dog-280-mater-morbi-recensione/), lo spettacolare Dylan Dog 280, scritto da Roberto Recchioni e disegnato da Massimo Carnevale
Occhialoni
Occhialoni steampunkosi. Perché il cappello a cilindro costava troppo, ma intanto ci portiamo avanti (e si, quello con la faccia da scemo sotto gli occhiali sono io)
## Nota finale: **Il principale (e forse unico?) difetto del Lucca Comics & Games è il prezzo** (15 € per un biglietto valido un singolo giorno), visto che va a pesare nelle spese complessive non certo indifferenti (viaggio, vitto ed eventuale alloggio) limitando certamente **il potere d'acquisto tra gli stand** (che credo costino non poco agli editori) Prezzo alto, forse abbastanza giustificabile tutto sommato, ma comunque alquanto salato vista l'affluenza record... PS: ah, dimenticavo l'altro difetto: **i cessi chimici.** Fottuti, fottutissimi _cessi chimici_
Thor
E poi c'era anche quel truzzone di Thor che parcheggiava il martello in doppiafila

Andrea Xab Corinti

Scritto da

A (web) world citizen.