L'hashtag #IoNonLeggoRepubblica è una stronzata

Scrivo qui per comodità, perché so già che 140 caratteri non mi bastano, però includo un po’ di miei tweet sul tema:



E insomma, sinceramente a me di come se la passa il blog di Beppe Grillo non me ne può fregar di meno, quindi questa sarebbe la prima critica che farei anzitutto a Repubblica, giornale che IO leggo, e spesso critico, anche perché ce l’ho digitalmente gratis ogni giorno grazie Brianza Biblioteche.

Ma è soprattutto la critica che faccio di rimando ai 5 Stelle e lo stesso Beppe: lasciamo perdere un attimo il merito della questione, diamo per scontato che Repubblica (così come altri quotidiani) le spara spesso e volentieri ed è più che giusto smontare eventuali bufale con i fatti…

L’idea stessa del vantarsi di non leggere qualcosa è una scemenza che non andrebbe mai incoraggiata, tanto più che è inutile (visto che in Italia i quotidiani non li legge quasi nessuno), dannosa per l’immagine costruttiva del Movimento (quella che non sarà virale in rete, ma opera alle camere) che così non fa altro che passare per una specie di concorrente di Salvini a chi la spara più grossa.


Andrea Xab Corinti

Scritto da

A (web) world citizen.