Il significato del finale di Birdman [SPOILER]

Il significato del finale di Birdman [SPOILER]

Ok, l’avevo preannunciato, e ci siamo arrivati.

Come avrete visto nel titolo e dovrebbe essere ovvio, questo post è totalmente spoiler: guardatevi Birdman prima di leggere altrimenti, tanto per restare in tema, sono volatici diabetici

Premetto anche un’altra cosa: penso che questo finale sia volutamente interpretabile in più modi, senza versioni definitivamente “giuste” o “sbagliate” in senso stretto.

Certo, Iñarritu una sua idea ben precisa sicuramente ce l’ha, ma non penso sia il caso di ragionare con un metro da “finale canonico”in senso nerd, perché andremmo completamente fuori strada.

Chiariti questi punti fondamentali, partiamo:

Riggan diventa Birdman

Il significato del finale di Birdman

Quando Riggan si leva le bende, mostrando il suo “naso nuovo”, possiamo osservare come quest’ultimo ricordi vagamente un becco, rassomigliante la maschera di Birdman (che non a caso è seduto li a fianco a farsi una bella cagata)

Riggan è quindi effettivamente diventato Birdman, anima (“venduta” nel finto suicidio a teatro) e corpo, un essere unico.

Birdman, il suo alter-ego interiore, è anche quello a cui dedica le sue ultime parole:

Addio, e fanculo

Riggan è morto ?

Io direi quasi certamente. La domanda difficile è capire quando:

una delle ipotesi più gettonate sul web lo vorrebbe morto nel teatro dopo il colpo di pistola: tutta la parte successiva risulterebbe una sorta di ennesimo trip mentale onirico dell’attore

Sinceramente, ci credo poco o nulla: il modo in cui i personaggi interagiscono con lui, il tipo di critica ricevuta dalla Dickinson, la perizia con cui la figlia descrive Twitter sono troppo specifiche e particolareggiate per essere elaborate dal suo subconscio

Il trip potrebbe più realisticamente iniziare esattamente nell’attimo dopo il salto, dove lui s’immaginerebbe la figlia sorridente vederlo spiccare il volo come Birdman, ma ci arriviamo tra un attimo

Perché Riggan si spara al naso in teatro ?

  1. Si voleva veramente suicidare, ma ha sbagliato mira (anche se dalle tempie al naso non è facilissimo, non è nemmeno impossibile)

  2. Lo ha fatto come gesto plateale e calcolato, forse a livello inconscio (e quindi da Birdman, non da Riggan in quanto tale) per poter ottenere il successo secondo i metri di giudizio odierni (esplicati perfettamente dalla figlia Sam, Mike Shiner e Tabitha Dickinson), per altro riuscendoci

Perché Riggan si suicida?

Riggan è un uomo ossessionato.

Storia insegna che, più grande è l’ossessione, più grande è il vuoto che si lascia dietro una volta che essa giunge a compimento, quasi sempre non rivelandosi mai all’altezza delle aspettative dell’ossessionato.

Questa è un’ipotesi, e un’altra (che potrebbe anche funzionare un po’ in combo con quest’ultima) potrebbe essere il modo con cui Riggan ottiene quel successo tanto agognato, rendendo anche il suo presunto suicidio l’ennesimo siparietto di un fenomeno da baraccone (ma, proprio per questo, di portata globale)

Riggan ha dei superpoteri ?

Per tutto il film Iñarritu ci fa capire che no, è tutto nella sua testa, e ogni danno/casotto compiuto dal protagonista ha dietro una spiegazione razionale (lui che lancia in giro le cose, prende il taxi etc.)

La situazione cambia (forse) nel finale:

Il sorriso di Emma Stone / Sam Thomson

Il significato del finale di Birdman Emma Stone

Sam guarda fuori dalla finestra, impaurita, scrutando verso il basso alla ricerca del corpo del padre, quindi rivolge lo sguardo in alto, verso il cielo, illuminandosi e sorridendo

proprio come se stesse vedendo l’autentico Birdman spiccare il volo

Come già detto, l’ipotesi più plausibile sarebbe la seguente:

A) Sam fa parte dell’ultima “visione” di Riggan, che si “vede” volare via lasciandosi alle spalle lo sguardo ammirato della figlia

Potrebbe essere. L’obiezione ovvia sarebbe la seguente:

Se c’è una cosa certa in questa storia, è l’egocentrismo puro di Riggan/Birdman, egocentrismo su cui di fatto si fonda tutto il film, che infatti non ammette altri protagonisti dei suoi trip mentali. Ma una visione di questo tipo potrebbe significare effettivamente la sconfitta di quell’Ego di cui era prigioniero, la sconfitta quindi dello stesso Birdman (quell’addio in quest’ottica assume tutta un’altra importanza)

B) Riggan spicca effettivamente il volo

Visto quanto appena detto, ne dubito, ma chi lo sa?

C) Riggan s’è arrampicato sul cornicione sopra

è una cazzata, ma a Iñarritu potrebbe far piacere dirla

D) Sam è impazzita e vede con gli occhi del padre, “ereditando” il disturbo visionario di Birdman

Non credo, ma potrebbe darsi, ed è anche un’ipotesi che m’affascina molto

E) Tutto è nella testa dello spettatore che sente il bisogno del lieto fine supereroistico

Forse un po’ troppo criptico

Jack Sparrow

Il significato del finale di Birdman Jack Sparrow

Curiosità: l’idea originale per il finale, geniale ma poi scartata, pare comprendesse un cameo di Johnny Depp interloquire con un poster di Jack Sparrow in uno stato analogo a quello di Riggan

Significato

I più sono concordi nel tradurre una qualsiasi delle varie ipotesi elencate sopra con un unico messaggio: Riggan è finalmente libero, in un modo o nell’altro, e forse è proprio questo che rende Sam felice

Personalmente non sono d’accordo con quest’interpretazione, che mi sembra troppo facile, rassicurante e scontata: per come la vedo io, l’eventuale morte di Riggan rappresenta l’ultimo capitolo della sua farsa, e lungi da liberarlo da essa, ne è a tutti gli effetti la perfetta ciliegina sulla torta.

In sostanza, l’ultima fuga, l’ultimo volo di Birdman non è nulla di liberatorio, ma anzi l’emblema del suo incatenamento, della sua prigionia, perpetuata anche nell’imperscrutabile e forse delirante sorriso della figlia:

un’eredità scenica, fasulla, da milioni di visualizzazioni e molta apparenza, ma poca sostanza, che tuttavia per i canoni moderni è più che sufficiente a garantirgli l’immortalità.


Andrea Xab Corinti

Scritto da

A (web) world citizen.