Dario Fo

Non volevo scrivere nulla, però poi mi sono detto: “ti pare che tra 5 anni sfogli il tuo blog e non trovi manco una riga sulla morte di Dario Fo?”

Anche perché l’approccio da giullare che ho sempre cercato di avere da queste parti (nel mio piccolo, piccolissimo, microscopico, s’intende) deve davvero un sacco di cose a Dario Fo, alla scuola di Gaber e Jannacci che mi sono potuto godere meno ma ho ereditato dalle generazioni della Milano precedente…

Però beh, Dario Fo era già abbastanza “mio”, e non alludo a vicende politiche pentastellate, movimenti no-tav o altro:

Semplicemente, che si prendesse beffe di Papi, Spartani o politici contemporanei…

era proprio bello sentirlo parlare.


Andrea Xab Corinti

Scritto da

A (web) world citizen.