Late Messiah

Late Messiah

Late Messiah è una serie di racconti originariamente pensati per la community di Cetramod, iniziata nel 2009 e terminata nel 2015.

Attualmente può essere letta per gentile concessione di Arcweb.it cliccando questo link.

Altre Spiegazioni Spicce

Late Messiah è stato un esperimento disordinato, caotico e per certi versi contradittorio:

un guazzabuglio nato e cresciuto negli ultimi mesi del 2009 come “sottospecie” di gioco di ruolo per il forum di Cetramod (i primi 10-11 capitoli sono usciti praticamente a cadenza settimanale), in seguito è diventata una criptica “web novel” scollegata dal suo contesto originale, e ha avuto una gestazione parecchio complicata, che l’ha portata a concludersi solo nel 2015.

Contiene un sacco di errori, ortografici e non, più volte mi sono ripromesso una nuova stesura ordinata, ripulita, riveduta e corretta (magari in un Epub) ma conoscendomi non ci conterei troppo…anche perché chi doveva leggerla oramai l’ha letta, quindi nuove edizioni rappresenterebbero soltanto uno sfizio personale.

Commento al finale (09/11/2015)

Quanto scrivo qui è legato ad una storia cominciata esattamente sei anni fa.

Una roba molto mia, o dovrei dire molto nostra, molto cetriana…ma neanche poi così tanto:

Perché sì, Late Messiah nasce su Cetramod, per Cetramod e in Cetramod…ma la verità è che, fin da subito, è stato un qualcosa di connesso soprattutto ad uno stretto numero di determinate persone, che con la community potevano essere più o meno legate.

Certo: diciamo pure che tutto, ma proprio TUTTO parte con Arc, che di Cetramod è sommo autore, mungitore ed ucciditore…ma per quanto riguarda Late Messiah (ed il suo Rig Veda) direi che ha contato più che altro il Marco Bortone individuo, piuttosto che il webmaster della community più pazza (e più chiusa) del web.

Da li in poi il discorso si è molto allargato pur rimanendo pressapoco lo stesso, inglobando più persone, per la maggior parte presenze sporadiche…quelle che, molto sommariamente, potremmo catalogare come i “ti leggo per farti un piacere” - cosa che, intendiamoci, ci sta pure eh: è un po’ lo scotto da pagare per lo spirito “interattivo” con cui LM è originariamente nato.

Altri tra questi, come Jiraya, Oni, Princess e qualcun altro ancora (che forse s’è un po’ perso per strada nell’aspetto “social” ma non nella lettura) beh, penso fossero seriamente interessati alle robette che scrivevo, avendolo manifestato in più occasioni e modi, dandomi a tal proposito anche tante belle soddisfazioni (grazie mille).

La più complicata, nonché più importante da citare (così Arc s’ingelosisce) resta Tifa Shinra, colei che conosce seriamente Late Messiah molto meglio di quanto non lo conosca io (!) e quella che per me ha rappresentato musa & croce nella realtà tanto quanto nella fiction, spesso tanto in sintonia nei silenzi così come tanto distante nelle parole. (boh si, frasi a babbo!)

Sono stati anni e situazioni un po’ così e un po’ cosà, ma una Daphne tanto bella, divertente, sexy e stronzona non mi sarebbe mai potuta venir fuori senza di lei: del resto se non sbaglio ci conosciamo solo da un anno prima di quando la storia è iniziata, quindi si può tranquillamente dire che Late Messiah sia sempre stato da quelle parti (più o meno in sordina, considerando i blocchi dello scrittore)

Anche per questo, fa davvero strano pensare che questa fetta d’universo fantasioso sia giunta finalmente alla sua conclusione.

…e direi che è qua che arrivo io, Xab, inteso come “autore” di tutta ‘sta roba, che negli ultimi anni per me è stata più che altro una frustrante incompiuta sul groppone, lo confesso, e che solo in questo momento ha trovato quella quadra capace di concluderla in un finale che, nella sostanza, in realtà era come se fosse già stato scritto.

Non un bel finale, certamente, ma ciò che doveva essere e che molto sommariamente concepii un bel po’ di tempo fa. Quello che si merita. ‘Na roba tipo Batman, già.

E beh.

Che altro dire ?

C’è molto di me, tra le confusionarie pagine di Late Messiah.

Un qualcosa nato senza piani e progetti, cresciuto tutto storto proprio perché privo di un valido sostegno sulla quale arrampicarsi.

C’è molto di ciò che sono stato, parte di ciò che sono.

E mi piace pensare che un giorno, quando avrò fatto definitivamente pace con Logos e me stesso, potrò risistemarlo da cima a fondo in un’edizione più comoda, pulita, coerente e coesa…ma fino ad allora, Late Messiah finisce ufficialmente qui.

In un senso di pacifica, triste, libertà.


Andrea Xab Corinti

Scritto da

A (web) world citizen.